Menu
stage img

Oggetto

Quali sfide incontra la nostra democrazia?

La democrazia semidiretta della Svizzera e la sua tradizione federalista sono uniche al mondo. Il popolo può esercitare un’influenza diretta sulla politica del governo attraverso iniziative e referendum. Lo Stato federale stesso garantisce la separazione dei poteri e quindi delle competenze tra Confederazione, Cantoni e Comuni. Ognuno ha il proprio ruolo da svolgere e le proprie prerogative da esercitare. Ma il nostro sistema democratico risponde anche alle attuali e future sfide interne e globali? Di quali riforme riconosciamo la necessità?

Lo stato di diritto, i diritti umani e l’uguaglianza sono principi riconosciuti della nostra costituzione. Ma come vengono attuate?

In un’intervista nella “TagesWoche” del 13.10.2015 Jakob Tanner ha tenuto a ricordare:

“La consulenza politica scientifica, i social media e i Big Data hanno notevolmente cambiato il modo in cui funzionano le moderne democrazie. Dobbiamo analizzare questi nuovi fattori.”
Jakob Tanner Professore di storia Svizzera

Anche la consulenza di esperti e l’uso delle risorse sarebbero su una nuova scala, creando nuove disuguaglianze nelle campagne elettorali e di voto.

La digitalizzazione si sta sviluppando rapidamente. Mentre l’e-banca elettronica è diventata da tempo un fenomeno globale, in Svizzera il voto elettronico viene gradualmente eliminato dopo anni di buona esperienza. Gli Svizzeri all’estero non possono più esercitare i loro diritti politici. Altri Stati, come l’Estonia, sono più avanti in questo settore. Cosa possiamo imparare da loro?

Covid-19

La crisi del Coronavirus solleva anche domande che riguardano la democrazia. Nella lotta contro il Covid-19 i capi di stato di tutto il mondo reagiscono con regolamentazioni speciali e leggi per lo stato di emergenza. In tutto il mondo i referendum popolari sono stati posticipati. La pandemia rappresenta dunque un pericolo per la nostra democrazia? Oppure una possibilità per la democrazia online? Gli esperti sostengono che dobbiamo prepararci ad altre pandemie. Quali sono le sfide che questo comporta per la nostra democrazia diretta?

Democrazia e globalizzazione

In un mondo globalizzato, gli stati nazionali e la democrazia sono sempre più soggetti a limiti ristretti. Il cambiamento climatico, l’inquinamento dell’aria e del mare, persino i conflitti regionali così come la fuga e la migrazione di gran parte della popolazione sono esempi di questioni che uno Stato nazionale non può affrontare in modo sostenibile da solo, ma solo insieme ad altri paesi.

Questo crea un campo di tensione tra democrazia e globalizzazione. La funzione di istituzioni sovranazionali come l’Unione Europea (UE) o di istituzioni internazionali come l’ONU è quella di garantire un migliore autogoverno globale e regionale. Tuttavia, queste interazioni globalizzate possono anche minare la sovranità di uno Stato democratico ed esporlo sempre più a forze politiche, economiche e finanziarie che contraddicono la volontà della maggioranza del suo popolo. La coesistenza di sovranità nazionale, democrazia e globalizzazione pone quindi nuove sfide a tutte le democrazie e in particolare alla Svizzera con il suo sistema di democrazia diretta. Gli elementi di rischio comprendono:

Sia l’ONU che l’OMC mancano di strutture democratiche. Un’Assemblea parlamentare dell’ONU con parlamentari delegati dei paesi membri (UNPA) è una proposta modello già ampiamente sostenuta per il rafforzamento della democrazia sovranazionale.

Tecnologie di informazione e comunicazione

Anche le nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione (NTIC) mettono in discussione la sovranità su un territorio. Gli Stati nazionali possono a malapena controllare il flusso di informazioni. La cultura nazionale può essere minacciata dall’emergere di una cultura unificata, globalizzata e spesso americanizzata.

Il controllo sulle fonti di informazione e quindi sulla loro veridicità rende le democrazie vulnerabili alle “notizie false”. I rischi di una manipolazione di massa dell’opinione pubblica, che potrebbe influenzare le decisioni politiche, sono reali. Anche in questo caso, per quanto riguarda le TLC, alcuni Stati sono tentati di esercitare un controllo eccessivo o addirittura di censurare Internet e l’informazione nel suo complesso. Uno Stato che deve affrontare le proteste di una parte della sua popolazione può essere tentato di cadere in isolamento. Il crescente protezionismo, la chiusura delle frontiere all’immigrazione o l’elezione di partiti che propagano solo l’interesse nazionale ne sono alcuni esempi.

Quale ruolo dovrebbero svolgere in futuro gli Svizzeri all’estero, che spesso si vedono come rappresentanti della Svizzera e dei suoi valori democratici nel loro Paese di residenza, sullo sfondo della globalizzazione di questi valori?

top