Federica Romano, Italy

Federica Romano, Italy

 

 

Since Switzerland is a multilingual country, we have asked all participants to express themselves in their prefered language.

  

 

Qualcosa di speciale di me

Sono una persona aperta e socievole a cui piace viaggiare, fare nuove esperienze e conoscere persone nuove, tratti caratteriali che ho avuto la fortuna di maturare grazie a esperienze personali e lavorative maturate in diversi paesi oltre l’Italia e la Svizzera. Le mie origini italo - svizzere hanno in tal senso contribuito a fornirmi gli strumenti atti a sviluppare una mentalità aperta che quotidianamente rinnovo nel lambito delle mie relazioni sociali e lavorative.

 

Chi è Lei'?

Sono cresciuta in provincia di Napoli in un bellissimo posto baciato dal sole e dal mare che è Massa Lubrense a cui sono seguiti 13 anni in un altro bellissimo posto montuoso e pieno di neve, l’alta Engadina, in Svizzera, luogo d’origine di mia madre; è qui d’obbligo una menzione anche alla bellissima isola d’origine di mio padre, la Sicilia, dove ho trascorso innumerevoli estati nella villa costruita dai miei nonni, a gibilmanna, sopra Cefalù. Finita la maturità linguistica presso il Liceo Alpino di Zuoz, mi sono trasferita in Toscana, a Siena, dove mi sono laureata ed ho iniziato le mie numerose esperienze lavorative nel campo dell’agro-alimentare e della progettazione europea. Ho trascorso buona parte della mia vita cambiando residenze e viaggiando per lavoro e per passione, da un paio di anni vivo in Sardegna dove mi ha portato l’amore, una bellissima isola che vanta un mare e una natura di una bellezza indescrivibile. In ambito lavorativo continuo a lavorare come consulente in quanto specializzata in comunicazione & marketing, euro-project management e agro-food. Mi ritengo una persona molto fortunata, in riferimento ai posti in cui ho vissuto e che per sempre occuperanno un posto importante nel mio cuore, alle persone che ho avuto modo di conoscere e ai vari lavori che ho avuto modo di svolgere con molta dedizione e interesse. Chiudo dicendo che… sono felice e ringrazio la vita per quello che mi ha voluto regalare!!!

 

     

Qual’è il piatto tipico svizzero di sua preferenza?

I miei piatti svizzeri preferiti sono la Fondue Chinoise / Bourguignonne, i Roesti, la zuppa d’orzo e la Raclette.

 

Visita la Svizzera regolarmente?

Torno in Svizzera mediamente 2-3 volte l’ano a trovare mia mamma e a rivedere e salutare la mia bellissima valle di laghi, l’Engadina.

 

Cosa porta con sè come particolarità dal suo paese 
 quando viene in Svizzera?

Mi piace molto lo stile di vita italiano, il clima e il mare dell’isola dove vivo (la Sardegna), la buona tavola, la socialità e la solidarietà che sono da sempre proprie degli italiani e la filosofia / arte dell’arrangiarsi che è intrinseca a questo popolo ed in particolare agli abitanti della Campania, regione nella quale ho vissuto i primi otto anni della mia vita.

 

 

 

 

 

Buch ''100 Faces''
 

You may find additional portraits of Swiss Abroad in the book entitled «100 Faces – Portraits of Swiss living abroad» (online version only), published by the Federal Department of Foreign Affairs (FDFA) on the occasion of the anniversary of the Organisation of the Swiss Abroad. It shows the multifaceted lives of Swiss people living abroad. One hundred people – both contemporary and from the past – whose stories and reasons for emigrating are as varied as they are unique, all share one thing in common: their attachment to Switzerland.

 

Buch ''Globale Schweiz''
 

The book «Globale Schweiz – die Entdeckung der Auslandschweizer» (in German only) by former OSA director Rudolf Wyder contains interesting information about the 100 years of the Organisation of the Swiss Abroad worth reading. It examines the foundation of the Organisation in 1916 as well as the government's Swiss Abroad policy and provides insight into the lifes of Swiss Abroad in Europe and overseas. Order the book now.

 

Explore Switzerland

St. Gallen

 

Exclusive Partners


Strategic Partners

 

Advertisement

Swiss Review: switch to the digital editionGazzetta Svizzera